Motori di ricerca

Novità e news sui motori di ricerca. Informazioni e suggerimenti per migliorare le proprie ricerche on line o posizionare al meglio nella rete il proprio sito internet. Tutti i segreti di Google & Co.

Quiz Google: conosci i segreti del motore di ricerca?

quiz google

Quiz Google: conosci tutti i segreti del celebre motore di ricerca? Sai sfruttare al meglio tutte le potenzialità del portale? Google ormai fa parte della vita quotidiana di gran parte degli utenti di internet. In tantissimi lo utilizzano come pagina principale del browser e per molti è diventato il modo più semplice per accedere ai contenuti presenti in rete. Per questo motivo è importante conoscerne tutti i dettagli, dando un’occhiata anche alle enormi potenzialità offerte dal sistema di ricerca su internet. E poi (perché no?) potrebbe essere anche interessante sapere qualche informazione curiosa su come è nato uno dei motori di ricerca tra i più diffusi nel mondo. Qual è il tuo grado di preparazione? Quante ne sai su Google? Scoprilo con le domande del nostro quiz! Mettiti subito alla prova con il test che ti proponiamo!

Inizia il quiz

Motori di ricerca italiani: Quag e Istella

motori di ricerca italiani quag istella

I nuovi motori di ricerca italiani sono Quag e Istella. Sono due progetti basati sul social molto interessanti, sorti dopo l’iniziativa simile lanciata tempo fa, Volunia. I due nuovi progetti nati nel nostro Paese promettono di fare la differenza rispetto alle possibilità che abbiamo avuto attualmente per effettuare ricerche su internet. In realtà i due servizi web sono profondamente diversi tra di loro, anche per la loro base. Nel caso di Quag, infatti, il motore di ricerca si basa sui celebri Google e Bing per restituire i risultati all’utente. Istella utilizza invece un algoritmo di indicizzazione e di ricerca che non si basa su altri motori.

Leggi l'articolo

Lex Google: tassa tedesca sui motori di ricerca

lex google tassa tedesca motori di ricerca

Con la Lex Google è stata approvata la tassa tedesca sui motori di ricerca. Il provvedimento ha l’obiettivo di difendere il diritto d’autore, in modo da limitare le opportunità riservate ai motori di ricerca e agli aggregatori di notizie. E’ stato stabilito che solo gli editori hanno il diritto di diffondere i testi e di offrirli al pubblico. Proprio per questo anche i motori di ricerca che, come Google, riportano gli abstract accanto ai link, devono pagare una tassa di licenza. Una legge che è destinata a suscitare parecchie polemiche, anche perché la questione rimane aperta ormai da tanto tempo.

Leggi l'articolo

Google come motore di ricerca su iPhone costa un miliardo

google motore di ricerca iphone

Google rimane come motore di ricerca su iPhone. Anche se l’accordo fra le due società è in scadenza, il colosso di Mountain View è disposto a pagare un miliardo di dollari, in modo che il suo motore di ricerca rimanga quello di default sui dispositivi della mela. Nel 2009 era stato predisposto un accordo specifico e in quell’occasione Google aveva sborsato più di 80 milioni di dollari. Un’alleanza che costa cara, quindi, ma che sarebbe fortemente ricercata. Entrambe le parti sicuramente guadagnerebbero nel rinnovare le intenzioni di portare avanti il loro obiettivo.

Leggi l'articolo

Ricerca su Google: aggiungere i risultati di Twitter con HashPlug [VIDEO]

La ricerca di Google viene ampiamente sfruttata nell’ambito del web come un ottimo strumento per trovare tutte le informazioni che ci interessano. Dobbiamo comunque ricordarci che, specialmente con l’avvento e lo sviluppo dei social network, il motore di ricerca di Mountain View non può essere considerato l’unico strumento per effettuare ricerche su internet in maniera funzionale. In effetti un altro strumento per restare sempre informati su ciò che accade, oltre a Google, può essere considerato Twitter. Esiste uno strumento, che si chiama HashPlug, che riesce ad aggiungere su Google i risultati di Twitter.

Guarda il video e leggi l'articolo

Google Doodle per Bram Stoker, autore di Dracula

google doodle Bram Stoker

Il Google Doodle di oggi è dedicato a Bram Stoker, autore irlandese diventato celebre con il romanzo Dracula. In occasione del 165esimo compleanno dello scrittore di Dublino, Google non poteva non omaggiarlo con un Doodle personalizzato ispirato proprio al romanzo che ha fatto diventare famoso in tutto il mondo il conte vampiro ispirato al personaggio reale Vlad III principe di Valacchia. Il motore di ricerca più famoso del mondo ha quindi voluto dedicare la sua homepage non solo all’autore, ma anche al suo capolavoro della letteratura gotica che, anche oggi, rimane uno dei libri più letti in assoluto.

Leggi l'articolo

iStella: il nuovo motore di ricerca italiano partecipativo

motori di ricerca online

Si chiama iStella ed è un nuovo motore di ricerca tutto italiano, che arriverà nel corso del prossimo mese di novembre e che si propone come un’alternativa partecipativa alle soluzioni già presenti sulla rete. Il progetto del nuovo motore di ricerca, che comunque, a detta dei suoi autori, non vuole assolutamente sfidare Google, era nell’aria a quanto pare da parecchio tempo, ma solo ora si sta concretizzando in un’impresa che potrebbe riscrivere la storia di internet in Italia. Ma naturalmente è ancora presto per fare affermazioni sicure di questo genere.

Leggi l'articolo

Google Doodle per Herman Melville e l’anniversario di Moby Dick

google doodle herman melville

Il Google Doodle di oggi è dedicato ad Herman Melville e al 161esimo anniversario del suo romanzo Moby Dick. Capolavoro della letteratura americana, tradotto in italiano da Cesare Pavese, fu pubblicato nel 1851 nel giorno 18 ottobre. Non è la prima volta che Google decide di dedicare un suo logo personalizzato ad un grande della letteratura e ad una sua opera, in questo caso, la scena rappresentata nel logotipo riprende proprio una parte del libro conosciuto anche come “La balena”.

Leggi l'articolo

Ricerca su Google: Drive, Calendar e Mail integrati nei risultati

logo servizi google

La ricerca su Google si arricchisce di novità molto interessanti. Infatti il colosso di Mountain View ha deciso di rendere disponibili, fra i risultati di ricerca, anche i contenuti che provengono da Drive, Calendar e Mail. Google ha portato avanti ormai da tempo una sorta di sperimentazione, alla quale gli utenti potevano partecipare. Il programma prevedeva proprio la possibilità dell’integrazione dei risultati delle ricerche provenienti anche dagli altri servizi. C’è aria di novità quindi in casa Google, perché si sta cercando di portare avanti una possibilità che fino a questo momento non era stata presa in considerazione.

Leggi l'articolo

Un Google Doodle per il 14° compleanno del motore di ricerca

google doodle google compleanno

Il Google Doodle di oggi celebra il 14° compleanno del motore di ricerca per eccellenza. La casa di Mountain View ha voluto festeggiare il suo speciale anniversario con un logo personalizzato con a forma di torta con tanti di candeline. Si tratta di una ricorrenza importante, che serve anche a ricordarci come Google abbia per sempre cambiato il mondo di Internet e la nostra quotidianità. Scopriamo qualche curiosità su Mister G nonché sulle origini del search engine più visitato al mondo.

Leggi l'articolo

Trovare immagini su internet in base agli hashtag con Picsho

immagini internet picsho

Molte volte ci capita di avere l’esigenza di trovare immagini su internet specifiche. Di solito tutti ricorriamo al servizio per la ricerca delle immagini messo a disposizione da Google. Non dobbiamo comunque dimenticare che esistono in rete molti altri strumenti per trovare le immagini che ci servono. Ci sono alcuni di questi servizi internet che sono davvero molto particolari, perché ci consentono di fare una ricerca dettagliata sulla base di criteri, che forse potrebbero anche rispondere meglio ai nostri bisogni. E’ il caso di Picsho, un servizio internet molto accattivante. Esso ci permette di trovare su internet le immagini che ci interessano in base agli hashtag.

Leggi l'articolo

Google: il film su Maometto resta su YouTube

A visitor is seen at the You Tube stand during the annual MIPCOM television programme market in Cannes

Google dice “no” alla Casa Bianca, il film blasfemo su Maometto resta su YouTube. La casa di Mountain View ha deciso di non accogliere la richiesta di rimozione del video che ha causato rivolte, proteste e vittime in oltre 20 paesi. Google ha fatto sapere che il film, per quanto discusso e offensivo, non viola le linee guida di YouTube e per questo motivo non c’è ragione di applicare alcuna censura. Al contrario, in Libia, Egitto, India e Indonesia, il video non è più online, come chiarisce la stessa Google.

Leggi l'articolo

Google Doodle per Clara Schumann, pianista e concertista

google doodle clara shumann

Il Google Doodle di oggi è dedicato a Clara Schumann, grande pianista e compositrice conosciuta soprattutto per essere stata la prima concertista europea. Il 13 settembre 2012 si celebra infatti il 193° anniversario della nascita della grande musicista del romanticismo e moglie del celeberrimo compositore Robert Schumann. Scopriamo qualcosa in più su questo interessante personaggio che Google ha deciso di celebrare con un Doodle personalizzato.

Leggi l'articolo

Facebook sta progettando un motore di ricerca per sfidare Google

facebook motore di ricerca google

Prima o poi dovevamo sentire una notizia di questo tipo: Facebook sta progettando un nuovo motore di ricerca per combattere il potere di Google. Non è certo una notizia che ci stupisce e molto probabilmente la decisione è arrivata in modo graduale, tanto che Mark Zuckerberg ha voluto parlare della possibilità proprio nelle ultime ore, in occasione del Disrupt 2012. Non si sa ancora quando, non si hanno notizie maggiormente dettagliate, ma è certo che, secondo Zuckerberg e secondo tutti coloro che seguono da tempo le vicende e le innovazioni introdotte in rete dal social network blu, l’ipotesi non sembra troppo lontana dalla realtà.

Leggi l'articolo

La ricerca di Google si evolve con il riconoscimento degli oggetti nei video

ricerca google riconoscimento video

La ricerca di Google si è rivelata sempre piuttosto funzionale, offrendo agli utenti del popolare motore di ricerca molte opportunità. Adesso ci potrebbe essere un’altra svolta, nell’ambito di un percorso di evoluzione compiuto dal colosso di Mountain View. Da alcune fonti si è appreso che nell’azienda di Google gli esperti starebbero lavorando ad un software in grado di ricercare e riconoscere gli oggetti visti nelle immagini o nei video che si trovano fra le pagine internet. E Google avrebbe già depositato un brevetto a questo proposito. Il brevetto in questione porterebbe il nome di Automatic large scale video object recognition.

Leggi l'articolo
Seguici