Virus su PC, il malware che invita a pagare una multa

Virus su PC, il malware che invita a pagare una multa
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

virus pc truffa multa

Spesso si parla di virus su PC, perché rappresentano una minaccia che, in termini di sicurezza informatica, dobbiamo sempre tenere presente. Può capitare infatti che, navigando su internet, si incappi in qualche frode informatica o in qualche malware che ci danneggia. Dovremmo esserne più consapevoli, in modo da poterci difendere meglio ed evitare di cadere in queste trappole, che molto spesso sono appositamente architettate per estorcere del denaro. Una buona regola di carattere generale è sempre quella di diffidare.

Quante volte per esempio ci capita di ritrovarci alle prese con e-mail o con pagine internet che ci intimano di pagare qualcosa. In questi casi dobbiamo sempre ricordarci che non dobbiamo pagare nulla o non dobbiamo fornire le nostre coordinate bancarie.

Ultimamente si è diffuso un malware che riesce ad estorcere del denaro agli ignari utenti di internet attraverso una frode telematica ben architettata. Mentre si naviga in rete ci si ritrova ad avere aperto sul browser una pagina che apparentemente sembra seria e ufficiale.

Questa pagina web infatti riporta alcuni loghi che non ci dovrebbero portare a sospettare e che invece sono completamente falsi. Troviamo il logo della Guardia di Finanza, della Polizia Postale, della Siae o del CNAIPIC.

Questa pagina internet ci informa che siamo stati beccati a compiere un reato. Alcuni per esempio vengono accusati di aver diffuso materiale terroristico attraverso tecniche di spam. Altri per esempio vengono accusati di aver violato i diritti d’autore.

A questo punto si viene invitati a pagare una multa di 100 o di 50 euro, per risolvere la situazione. In effetti si afferma pure che in seguito al reato commesso il computer è stato bloccato. Per pagare la multa e per risolvere il tutto, viene indicato di seguire un apposito link.

Il tutto è provocato da un malware che si insidia nel nostro computer e imposta come home page del browser la pagina per pagare la multa. Naturalmente non dobbiamo pagare, perché dovremmo renderci conto che nessuna autorità utilizzerebbe un metodo del genere per rintracciare i trasgressori della legge.

Si tratta di una frode, che è già stata segnalata dalla Guardia di Finanza. L’unica soluzione è non credere a quello che ci viene detto e ricorrere all’utilizzo degli appositi programmi per rimuovere dal PC i software pericolosi, come la versione gratuita di SuperAntispyware, in grado di riconoscere la minaccia.

La sicurezza sul web è messa a rischio dai malware. Quindi teniamo gli occhi bene aperti.

468

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mar 05/06/2012 da in , , , , ,

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici