Uno scherzo crudele per i vostri amici: far imprecare e delirare a caso i loro Word e Outlook

Uno scherzo crudele per i vostri amici: far imprecare e delirare a caso i loro Word e Outlook
  • Commenti (6)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

la gattara

Si dice che coloro che sono affetti dalla Sindrome di Tourette imprechino a caso in qualsiasi discorso, ma a dire il vero questo sintomo -la coprolalia- è presente solo in una microscopica percentuale di sfortunati, e comunque è piuttosto antipatico prendere in giro un disordine neurologico (anche se così raro da essere una mezza leggenda urbana). D’altro canto è decisamente divertente (e malvagia) l’idea di causare una specie di “tic nervoso” al computer di qualcuno, ovviamente a loro insaputa. Declino ogni responsabilità sulla vostra successiva salute fisica, economica, informatica e psicologica, e su quella della vostra vittima designata :D.

Questo antipatico scherzetto prende di mira una copia di Word e Outlook, e inizia a funzionare ogni volta che qualcuno carica il famoso word processor made in Microsoft. Quando una sfortunata vittima si metterà a scrivere, automaticamente delle parole da voi decise appariranno sul loro documento come per magia. Siete pronti? Iniziamo:

1. Caricate Word.
2. Premete Alt+F11 (caricherà l’editor VBA… Del resto stiamo creando una macro).
3. Dovete selezionare la template Normal, cliccando due volte su ThisDocument nella cartella Microsoft Word Oggetti (qui ho solo l’immagine in Inglese, ma dovreste riuscire ad orientarvi):

Template Normal

4. Copiate e incollate il codice seguente, stando molto attenti a controllare (e probabilmente riscrivere a mano) tutte le varie ” (le virgolette, intendo). Quasi sicuramente non saranno state trasferite bene, si tratta di un noto bug di VBA.

Sub AutoExec()

Call typeRand

End Sub

Sub typeRand()

Dim counter As String
counter = CStr(Int((30 - 2 + 1) * Rnd + 1))

Application.OnTime When:=Now + TimeValue("00:00:" + counter), _
Name:="TimedClose"

End Sub

Sub TimedClose()

Dim maindocument As Document
Set maindocument = ActiveDocument
counter = CStr(Int((5 - 1 + 1) * Rnd + 1))

Select Case counter
Case 1
Selection.TypeText Text:=" Word1 "
Case 2
Selection.TypeText Text:=" Word2 "
Case 3
Selection.TypeText Text:=" Word3 "
Case 4
Selection.TypeText Text:=" Word4 "
Case 5
Selection.TypeText Text:=" Word5 "
End Select

Call typeRand

End Sub

5. Chiudete Microsoft Word.

Se tutto è stato messo nel posto giusto e copiato senza errori (grazie Microsoft, ci rendi difficili anche le cose veramente stupide), questo codice caricherà ogni volta assieme a Word. Chiaramente tutti i vari Word1, Word2 et similia dovrete sostituirli con quanto di peggio vi passi per la testa. E non sto certo qua a dare suggerimenti, che sono una personcina per bene, io ;)

Farlo smettere
Si dà il caso che ogni bel gioco duri poco, quindi ecco come invertire il processo:
1. Premete Alt+F11 e riaprite il vostro documento Normal.
2. Cancellate il codice.
3. Riavviate Word.

Aumentare il numero di parole casuali
Va bene, vi dico anche come aumentare il numero di parole che viene sparato a raffica… Siete proprio perfidi ;). E’ sufficiente andare alla riga che legge counter = CStr(Int((5 - 1 + 1) * Rnd + 1)) e cambiarla in qualcosa come counter = CStr(Int((20 - 1 + 1) * Rnd + 1)) . In questo modo, le parole passano da 5 a 20. Ovviamente dovete anche aumentare le voci della lista di parole posizionata poco sotto. Basta copiare e incollare cambiando il numero, così:

Case 6
Selection.TypeText Text:=" Word6 "
Case 7
Selection.TypeText Text:=" Word7 "

E ricordatevi di aggiungere End Select alla fine.

E questo è quanto. Badate bene che certi programmi di sicurezza (e in certi casi anche lo stesso Word nonchè Windows in persona) guardano con sospetto le macro, quindi è possibilissimo che non vi funzioni. In questo caso, provate a mettere i setting di sicurezza di Word a “nessuno”, e ritentate!
Non che vi stia spingendo a fare nulla, eh :P

699

Fonte | I Am Better than You (via Digg)

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Dom 02/12/2007 da in , , ,

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Cirio 2 dicembre 2007 13:04

mmm..un po da lamer com post però almeno fa capire la sintassi usata dalle macro, l’unica cosa però, che come hai giustamente sottolineato, word ecc non attivano le macro, informandoti appunto della loro pericolosità.. sarebbe carino produrre un exe in vb che le disattiva..alla fine basta individuare tale modulo

Rispondi Segnala abuso
rammit
Rammit 2 dicembre 2007 14:30

@cirio: eh, sai com’è, per me è solo uno scherzo che m’ha fatto sorridere quando l’ho trovato in giro :).
Credo che, obiettivamente, ciò che proponi esuli completamente dall’idea di fondo di far uscire di cervello qualche coinquilino e stop, per inoltrarsi in regni di meraviglie della scienza e tecnica di cui non so un beneamato cavolo :D

Rispondi Segnala abuso
Number 24 2 dicembre 2007 14:42

@cirio: sì, facciamo un exe in visualbasic che disattivi le macro e che le modifichi pure, magari mettiamo pure una funzione in DOS per eliminare i file di sistema e poi possiamo divertirci con i nostri amici :D l’unico inconveniente è che forse i nostri amici potrebbero non gradire :)

Rispondi Segnala abuso
rammit
Rammit 2 dicembre 2007 14:50

Effettivamente annoderebbero i cappi, accenderebbero le torce e affilerebbero i forconi, mi sa…

Rispondi Segnala abuso
Cirio 2 dicembre 2007 16:04

ehh..si ma tranqui io lo buttata li così;)

Rispondi Segnala abuso
Number 24 2 dicembre 2007 23:07

Se avete visto il film dei Simpson, in quella scena quando scoprono che è stato lui a inquinare il lago, nella vostra mente avrete quello mentre leggete il commento di rammit :)

Rispondi Segnala abuso
Seguici