Facepadania: social network del nord

Facepadania: social network del nord

facepadania

Facepadania è l’orrendo nome associato ad un social network che potrebbe fare la sua comparsa il prossimo febbraio 2011. L’utilizzo del condizionale è d’obbligo poiché la pagina che sponsorizzava l’orrendo ed alquanto xenofobo servizio, apparsa ieri sera sui server del servizio di hosting gratuito Altervista, è adesso offline, e si pensa ad uno scherzo di qualche buontempone. Il Facebook degli utenti del nord, secondo quanto riferito, dovrebbe avere una grafica molto simile a quella utilizzata da Mark Zuckerberg dove primeggerà il colore verde.

La probabile bufala, sperando che non sia un’iniziativa seria, dovrebbe coinvolgere circa 32 milioni di utenti situati nelle regioni settentrionali che, secondo la mappa riportata sul sito, dovrebbero comprendere quella parte d’Italia che va dall’Umbria alla Valle d’Aosta. L’intero sito adottaterà proprio il dialetto padano, che non è una lingua. Un clone mal riuscito di un social network.

Nella presentazione veniva specificato che gli unici argomenti consentiti all’interno del sito saranno solo inerenti al mondo padano. Tuttavia gli sviluppatori, che non si identificano come razzisti, ammetteranno l’iscrizione di utenti del meridione, purchè rispettino le regole. Speriamo sia uno scherzo di cattivo gusto e non una piattaforma fortemente voluta dal carroccio.

Feispadania, rappresenta un’offesa per la celeberrima piattaforma Facebook, creata appunto per mettere in contatto persone di interessi, religioni e posizioni geografiche diverse tra loro.

269

Segui Trackback

Ven 17/12/2010 da in , ,

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Alexpennywise 17 dicembre 2010 19:42

Perchè tutta questa ostilità?Liberi di non iscriversi!
A me l’iniziativa piace,anche se sa di bufala.

Rispondi Segnala abuso
Lorenzo Ajello
Lorenzo Ajello 17 dicembre 2010 20:12

C’è gente che è morta lottando per avere un’Italia unita…. siamo una nazione e questa differenzazione tra nord e sud è una deformazione culturale degna di un popolo da terzo mondo!

Segnala abuso
Mr Prince 18 dicembre 2010 02:32

Se vi è una tal differenZIAzione tra Nord e Sud un motivo ci sarà…
chissà perchè nel mio corso al Politecnico di Torino il 42% provengono dal Sud d’Italia??
Chissà perchè nella fantastica Napoli i bambini giocano tra un sacchetto di immondizia e l’altro… mentre qui facciamo una cosa chiamata RACCOLTA DIFFERENZIATA?!?
Chissà perchè al Sud non ci sia UNA cosa che vada bene e il Nord è a tutti gli effetti il motore propulsore d’Italia?!?!

Tanti Chissà e nessuna risposta… bah… fatto sta che dubito che la buonanima di Garibaldi si offenderà molto per Facepadania quindi in un paese governato da un presidente del consiglio Clown o da italiani che vivono guardando il GF e spendono tutti i loro risparmi in un televoto credo che un tal social network (seppur farlocco) peggiorerà di molto le cose…

Rispondi Segnala abuso
Lorenzo Ajello
Lorenzo Ajello 18 dicembre 2010 08:54

Mr. Prince, se Napoli è ormai sommersa dall’immondizia il problema è che ha da sempre raccolto gli scarti da Nord senza che NESSUNO vigilasse su come venissero di fatto smaltiti i rifiuti. Questioni storiche hanno sempre privilegiato il Nord rispetto al Sud, ma questa è una condizione che è possibile migliorare!!! Io credo che questa differenziazione tra Nord e Sud sia triste come tutte le forme di razzismo ancora tristemente presenti al mondo.

Segnala abuso
Nino 18 dicembre 2010 11:27

MrPrince, se credi alla teoria della pigrizia culturale dei meridionali vuol dire che ti piace vivere di favole..
Informati bene su quella che è stata VERAMENTE l’unità d’Italia e come da lì il meridione sia stato volutamente messo in una condizione sistematica (tanto da arrivare a 150 anni) di degrado su tutti i piani possibili e immaginabili: politica, cultura, economia, ecc.
Tu dici “chissà perchè…”, ma in fondo non lo sai nemmeno tu e tutti quelli che la pensano come te..

Rispondi Segnala abuso
Marco 18 dicembre 2010 17:17

Non ci potrà essere alcuna “Facepadania” (iniziativa in cui non vedo nulla di male. E’ un gruppo cosi come un altro e condivide l’essere simpatizzanti del nord. Sapeste quanti iscritti alla lega sono meridionali!) perché Zuckerberg ha fatto brevettare il termine “Face” che non potrà più cosi essere utilizzato liberamente (specialmente in un contesto COPIATO di social network qual’è facebook). Capitolo chiuso! :P

Rispondi Segnala abuso
Gnet 19 dicembre 2010 17:15

La stupidaggine del 2010/11??
se di bufala non si tratta, a mio parere (pugliese) è decisamente inutile e razzista! ma viene da ridere a pensare all’alternativa “terrona” che potrebbe arrivare in risposta!!

Rispondi Segnala abuso
MardurHack 19 dicembre 2010 17:22

Gnet scrivendo questo commento compaiono i tuoi dati sopra! O_o GIGANTESCO BUG!

Compare anche la tua e-mail (che in teoria non dovrebbe esserci!)

Comunque personalmente non ci trovo nulla di “razzista”. Un gruppo è un gruppo. Allora sarebbe “razzista” fare un gruppo di musicisti perché escluderesti tutti quelli che non hanno capacità musicali. Insomma è una trovata un pò “burlesca” però non ci vedo nulla di cosi negativo. E parlo da meridionale. Insomma: se sti padani se la menano chissenefrega! XD

Ed è inutile tirare fuori la storia del “sud potenza industriale antica” poi bistrattata dal nord. Se siamo nella situazione in cui siamo è perché l’abbiamo permesso. E OGGI il nord è il nord e noi siamo quello che siamo. E ce lo meritiamo.

Rispondi Segnala abuso
Seguici