Cerchi qualcuno? Allora cerchi Whozat!

Cerchi qualcuno? Allora cerchi Whozat!
  • Commenti (2)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

whozat michael jordan

I motori di ricerca abbondano, ma inesorabilmente si eclissano all’ombra del gigante di Mountain View. Ciononostante, nella certezza che niente dura in eterno (tranne i politici;), c’è chi ancora cerca di investire nell’impervio mercato dei motori di ricerca. Whozat è uno di questi e cerca di prendere Big G alle spalle specializzandosi nella ricerca di persone.

Il nuovo servizio, alla stregua di Google, presenta un’interfaccia essenziale con quattro linee di comando in cui inserire rispettivamente: first name, middle name, last name, keyword. La ricerca non si basa meramente sui termini, ma anche sul loro significato (motore semantico) e attinge i risultati da molteplici fonti quali altri search engine, ma soprattutto diversi social networks. Il particolare algoritmo di Whozat gli permette sia di cercare persone di cui ricordiamo nome e cognome, sia personaggi come “Presidente degli Stati Uniti” o “CEO di Microsoft” di cui avremmo potuto perdere memoria (per alcuni sarebbe meglio:). I risultati sono sorprendenti. Ovviamente mi sono divertito a cercare anche il mio nome e oltre ai siti che si possono tranquillamente recuperare da Google sono apparsi anche risultati elencati all’interno di colonne dedicate ad alcuni social networks quali: Linkedin, IMDb, Facebook, Myspace, Friendster, Wikipedia, YouTube e Flickr, oltre a directory di pubblicazioni e siti commerciali come Amazon. Insomma difficile sfuggire ad una sorta di caccia all’uomo.

Ecco uno screenshot sulla chiave “Michael Jordan”

whozat michael jordan

Lo so non si vede molto, ma credo renda l’idea ;)

Se poi volete un po’ strapazzare il “potere” semantico del motore provate ad inserire

keyword: what is the name of the wife of
first name: Harrison
last name: Ford

e avrete ottime probabilità di ottenere come risultato Calista Flockhart accompagnata da foto.
Al momento il servizio è in fase Beta (ma chi non lo è?) e permette l’accesso solo tramite invito/richiesta (che ho fatto circa 3 mesi fa e ricevuto solo ieri..). L’idea è sicuramente interessante, ma molti passi avanti si devono ancora fare sia nell’ottimizzazione dell’interfaccia grafica, sia nella pertinenza dei risultati affidati al motore semantico che, non a caso, puntualmente fornisce degli strumenti di feedback agli utenti per “imparare” (il motore) a discriminare l’utile dal superfluo.

Ora chi vuole giocare a nascondino con me? ;)

438

Fonte | Whozat

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Sab 15/09/2007 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Marzia 18 settembre 2007 01:11

Grazie Merovingio per l’ottima recensione !

Hai centrato in pieno i nostri obiettivi: piu’ vasto lo spettro delle fonti informazione, piu’ facile giungere ai risultati desiderati tramite strumenti di feedback basati su significato del testo e immagini.

Continua a seguirci, siamo consci dei limiti che hai messo in evidenza, ma stai sicuro che la nostra interfaccia e le funzionalita’ sono in evoluzione … per ora ci siamo concentrati soprattutto sul fornire risultati, come dici tu, “sorpendenti” !!!

Marzia, Whozat?
feedback@whozat.com

PS Ora sapete che Whozat? ha anche un anima italiana …

Rispondi Segnala abuso
merovingio
Merovingio 18 settembre 2007 01:18

§ ciao Marzia, quale piacevole sorpresa. Spero che avrai un occhio di riguardo per trackback e ci terrai al corrente di tutte le evoluzioni e le novità più interessanti del servizio. Per il resto: dovere di cronaca ;)
Ps se vuoi rendo visibile il tuo indirizzo email.. ma di questi tempi non so se ti convenga ;)

Rispondi Segnala abuso
Seguici