Windows 7: il backup Microsoft è troppo lento

La società di Steve Ballmer attraverso il suo nuovo sistema operativo ha voluto dimostrare di essere attenta alle esigenze dei propri utenti evitando il riproporsi delle problematiche presenti nel vecchio Windows Vista. Sebbene il nuovo Windows 7 abbia dimostrato delle pregevoli performance, secondo quanto riferito dagli stessi sviluppatori di Redmond sembrerebbero esserci ancora problemi con il sistema di backup integrato nell’operating system e che risulterebbe addirittura peggiore di quello che era stato previsto con il vecchio Vista.

Il vecchio Complete PC Backup, successivamente ribattezzato come System Image, avrebbe ricevuto feedback negativi dai propri utenti, sia dal punto di vista dell’interfaccia grafica sia per quel che concerne la velocità del servizio che, stando alle attente misurazione effettuate da alcuni esperti, aveva un transfert rate pari a 5 MegaByte al secondo.
 

Sebbene inizialmente la colpa era stata data alla compressione dei dati che impegnava il microprocessore, è stato poi dimostrato come la CPU rimanga effettivamente inattiva per la quasi totalità dell’operazione. Inoltre se il personal computer venisse spento durante l’operazione, al riavvio il backup ricomincia tutto da capo come se nulla fosse stato fatto.
 
La Microsoft ha però dichiarato di essere al lavoro per risolvere il problema senza però rilasciare dettagliate informazioni circa la causa del processo eccessivamente lento.

Impostazioni privacy