Tapedeck – Trasformare il vostro Mac in un registratore

tapedeck banner

Ci sono applicazioni che sono semplicemente belle e “stilose”, e questo programma di registrazione note è certamente una di esse. Si vede già caricando l’interfaccia, una finestra che ricorda in tutto e per tutto un vecchio registratore di audiocassette in alluminio.

TapeDeck è proprio disegnato per essere usato come un apparecchio a nastro magnetico, un oggetto che era comunissimo, ma che sta rapidamente cadendo in disuso. Basta schiacciare il tasto Rec virtuale, e potrete usare lui (e il vostro Mac) per registrare voi stessi, una riunione o una lezione all’università. Gli altri tasti, Play, Rewind, FFWD, Stop e Pause fanno esattamente quello che dovrebbero fare, ed in più c’è un altro controllo che l’aggeggio originale non si poteva certo permettere: una barra di progressione per saltare al punto della registrazione che vi interessa. Chiaramente la qualità della registrazione dipende dal vostro microfono, ma potreste già trovare ottimo quello integrato, a seconda delle vostre necessità.
 
tapedeck screenshot

E’ anche possibile regolare l’audio su stereo o mono, o su tre qualità diverse. Tutte le vostre registrazioni verranno conservate in un “cassetto” virtuale in cui è facile ritrovarle, visto che sono elencate e rintracciabili tramite una barra simile a Spotlight. Potete comunque muovervi nella lista trascinando le “audiocassette” col mouse.
Una volta che le avete completate, potete esportare su iTunes le vostre registrazioni ed inviarle agli amici via posta, preferibilmente a qualità settata su Low, che sono molto più leggere.

TapeDeck è purtroppo uno shareware, ma il livello di qualità è piuttosto elevato, e anche se il programma è un po’ settoriale, a chi interessa non disturberà pagare 25 Dollari, pari a 16 Euro, per comprarlo. Comunque è disponibile una demo. Si tratta di un programma per Mac, e funziona solo su Leopard.

Impostazioni privacy