Nuova moda dal Giappone – I libri più venduti sono stati scritti con il cellulare

ragazze giapponesiL’ultima moda dal Giappone è la scrittura di libri con il cellulare.
Pensate che metà dei dieci racconti che hanno venduto di più nei primi sei mesi di quest’anno sono stati scritti in questo modo!
E io che pensavo che i corsi universitari via cellulare fossero una cosa assurda. 🙂
In pochi anni, quella che sta diventando “un nuovo tipo di cultura” (parole del presidente di Goma Books), ha trasformato le case editrici di medie dimensioni in casi di grande interesse, facendo guadagnare belle fortune ai propri autori.

Quasi tutti questi romanzi sono scritti da autori alle prima esperienza che usano uno pseudonimo, e il pubblico è in prevalenza di ragazze che controllano il cellulare così spesso che il gesto di scrivere un messaggio e aspettarne immediatamente una risposta può essere trasformato in esercizi di stile.
Indovinate un po’ di che parlano le storie? Sesso, adolescenza, droghe, storie romantiche da lucchetti a ponte Milvio.
Lo stile è costituita da brevi frasi corredate da emoticon per seguire l’umore dei personaggi, i quali non subiscono nessuno sviluppo e la scenografia è pressoché assente, il lessico ridotto a parole molto semplici.
Basti dire che Koizora (Il cielo dell’amore) di Mika (no, non il Mika che canta in falsetto) uscito in ottobre ha venduto 1.2 milioni di copie e racconta di una ragazza delle superiori che viene sbeffeggiata, stuprata in gruppo e rimane incinta per poi subire un aborto spontaneo. Ehhh questa è la nuova letteratura..!
Dimenticavo, presto diventerà un film.

Citando Merovingio: “Se questo book un giorno verrà pubblicato vorrà dire che ho scritto qualcosa di buono. Se ci sarà una ristampa vorrà dire che ho scritto proprio un sacco di cazzate.” 😉

Categorie Senza categoria
Impostazioni privacy