Google: Android in tribunale

Android Google
Il celebre colosso di Mountain View è stato accusato per una presunta infrazione di marchio relativo al proprio sistema operativo.

Google si vedrà costretto a difendere, nei tribunali statunitensi, nome e business del suo operating system nato per i dispositivi mobili. Obiettivo principale è quello non solo di fugare ogni dubbio sulla violazione della proprietà intellettuale, ma creare un deterrente per probabili future accuse.
 
La causa è stata intentata da Erich Specht, un imprenditore dell’Illinois che nel 1999 ha creato la società Android Data Corporation per la commercializzazione di software recante il brand Android. Nel 2002 ha inoltre ottenuto la concessione del trademark.
 
Sebbene la causa riguardi adesso solo Google, inizialmente erano state interessate anche Motorola, Samsung e Nextel, colpevoli di aver indirettamente creato un danno quantificato per 100 milioni di dollari. Mountain View ha quindi chiesto una sanzione esemplare.
 
Oltre all’obbligo del pagamento di tutte le spese legali e la cancellazione del brand Android Data, Google richiede la sospensione della richiesta di risarcimento economico. La battaglia è quindi destinata ad esplodere in maniera violenta e solo il tempo saprà mettere la parola fine.

Impostazioni privacy