#Facebookdown: le ragioni del blackout del social network

facebook down
Chi questa mattina si è collegato ad internet, avrà sicuramente notato che Facebook era down. Per un paio d’ore, il social network più famoso al mondo è infatti rimasto inaccessibile in diverse parti di Africa, Medio Oriente e Unione Europea, Italia compresa. Dato l’insolito fatto, immediatamente su Twitter ha iniziato a spopolare l’hashtag #FacebookDown, grazie al quale gli utenti di mezza Europa si sono tenuti in contatto e hanno fatto circolare le prime informazioni ed ipotesi sulla causa del blackout. Su Facebook, ora sembra essere tornato tutto alla normalità, vediamo però quello che è successo questa mattina e le dichiarazioni ufficiali del social network.

Attorno alle 8 e mezza di questa mattina, Facebook risultava inaccessibile e anche i pulsanti “Condividi” e “Mi piace” sui vari siti Web erano scomparsi. Il problema si è poi esteso a macchia di leopardo in tutta Europa. In alcune parti d’Italia, il social network è rimasto attivo per qualche minuto in più, poi il problema si è esteso anche alla versione mobile del sito e buona parte degli utenti europei è rimasta “al buio”. Su Twitter è partito subito l’allarme e attraverso l’hashtag FacebookDown gli utenti hanno iniziato ad ipotizzare problemi tecnici, blackout per manutenzione o possibili attacchi hacker per mano di Anonymous.

La situazione è tornata alla normalità attorno alle ore 10 e Facebook ha prontamente informato gli utenti riguardo la natura del blackout escludendo l’ipotesi attacco hacker “Oggi abbiamo avuto difficoltà tecniche che hanno reso inaccessibile il sito per un certo numeri di utenti in Europa”, “Il problema è stato risolto e tutti dovrebbero ora essere in grado di accedere al sito. Ci scusiamo per l’inconveniente”. Secondo alcuni blog, il guasto tecnico potrebbe essere relativo ad un problema di DNS. Dopo le scuse di Palo Alto, tutto sembra essere tornato alla normalità e gli utenti possono tornare ad accedere tranquillamente a Facebook.

Se per gli utenti di Facebook il blackout è stato motivo di preoccupazione, gli utenti Twitter hanno invece esultato dando sfogo alla fantasia (e all’ironia). Sulla piattaforma di microblogging sono infatti iniziati a circolare tweet del tipo “#facebookdown non vorrete mica farci lavorare?”, “Chissà come se la starà ghignando il vecchio #tomanderson creatore di #myspace!?facebook tie’! #facebookdown” oppure “#Facebookdown ? E noi cinguettiamo, tiè”. Tra i commenti di Twitter più divertenti troviamo anche “Stanotte Facebook è morto per mezz’ora #facebookdown e l’AGI batte la notizia: boom di bambini fra 9 mesi”. Se i patiti di Facebook hanno passato dei minuti di “panico”, gli utenti Twitter ne hanno dunque approfittato per divertirsi, almeno per qualche ora.

Impostazioni privacy