Estensioni per Safari: ecco alcune delle migliori

[galleria id=”100″]Safari non è estensibile come Firefox purtroppo. Sebbene si tratti di un ottimo browser, che rende felice milioni di utenti Apple con la sua velocità ed ha iniziato ad imporsi persino si Windows, purtroppo non si tratta di un ambiente altrettanto aperto, e non è poi molto facile sviluppare degli add-on per esso.
Eppure ci sono, e molti sono davvero utili per chi abbia scelto questo come proprio browser d’elezione.

Prima di tutto consiglio sicuramente un “viaggio” su PimpMySafari. Si tratta del migliore (nonchè penso unico) sito dedicato ai plug-in per il browser made in Apple. Ci troverete tutti i software che nomino all’interno di questo articolo, e molti altri. Certo, non si può paragonare neppure lontanamente al repository di estensioni di Mozilla, ma come vi dicevo lavoriamo su una piattaforma meno accogliente per gli sviluppatori di terze parti.
 
Ma ora veniamo ad alcuni dei plug-in che ritengo sommamente utili:

  • SIMBL: molti add-on per Safari hanno bisogno di questa piattaforma installata sul vostro sistema per funzionare. Arrivano infatti sotto forma di “bundle”, che deve essere usato in congiunzione con SIMBL.
  • Greasekit: avete presente Greasemonkey? E’ un’estensione di Firefox che permette di creare ed usare script in modo da personalizzare i siti web, e ce ne sono a disposizione già migliaia già pronti. Su Safari si possono utilizzare grazie a questo ottimo plugin.
  • Safari AdBlock: ne ho già parlato qui. Lo dirò contro il mio interesse (per ovvie ragioni), ma la prima cosa da fare ad un browser è fare in modo che visualizzi meno pubblicità possibili. Con Safari AdBlock questo è possibile senza alcuna difficoltà. Si tratta di un’estensione molto semplice, che senza dir nè ai nè bai rende Internet d’un tratto molto più tollerabile!
  • Inquisitor: avere questo plug-in è quasi come avere SpotLight per il web, dicono gli sviluppatori. Vagamente simile alla famosa Barra Irresistibile di Firefox 3, permette una ricerca in tempo reale su Internet. Voi iniziate a digitare il nome del sito che state cercando, lui come un launcher inizierà a darvi suggerimenti. Potrete anche aggiungere ulteriori motori di ricerca rispetto al canonico Google, ovviamente!
  • SafariStand: aggiunge una serie di feature molto interessanti al browser Apple. E’ disponibile solo per Windows, purtroppo! In ogni caso, questa estensione ricorda un po’ le funzioni di Shiira, con una barra laterale che mette in mostra miniature dei vostri tab, e dispositivi di accesso rapido per i vostri bookmark. Se aggiungiamo anche un modo per salvare le nostre sessioni, scopriremo presto che si tratta di un software davvero utile!
  • CoolIris: ne abbiamo già parlato quando ancora si chiamava PicLens, e devo dire che ne sono stato sempre affascinato. Come dire di no ad un visualizzatore di immagini dinamico per Flickr (ma anche Facebook e Google Images e decine di altri!)? Una vera e propria galleria virtuale per le vostre foto e quelle degli altri.
  • TabExposé: con un click o la pressione di un tasto, tutti i tab arrivano in bell’ordine davanti ai nostri occhi. Indispensabile per il fanatico del “non voglio mai chiudere una scheda”!
  • SafariSource: ottimo per gli sviluppatori di siti web, finalmente un metodo per visualizzare la sorgente del codice HTML delle pagine che stiamo guardando.
  • Stumbi: ne abbiamo già parlato qui. Finalmente integra StumbleUpon nel browser della Apple.

I commenti sono chiusi.

Impostazioni privacy