P2P

News, novità e consigli sul mondo del file sharing peer-to-peer (P2P) per essere sempre costantemente aggiornati.

File Sharing e P2P: legali se senza scopo di lucro (in Portogallo)

file sharing p2p

La pratica del file sharing o P2P è legale se è senza scopi di lucro e per uso personale. La condivisione di files multimediali tramite torrent o altri software P2P è ormai diffusissima in tutto il mondo, e anche i governi europei stanno iniziando a farci i conti. Le ultime novità arrivano dal Portogallo, dove il Procuratore Generale ha sancito che il file sharing è legale se è fatto non a scopo di lucro e ha rispedito al mittente le accuse della ACAPOR (Associação do Comércio Audiovisual, Obras Culturais e de Entretenimento de Portugal), equivalente della SIAE italiana.

Leggi l'articolo

Apple apre ai torrent su iPhone? No, solo una svista

torrent iphone client

Nei giorni scorsi era comparso un client torrent per iPhone in App Store. Alcuni utenti avevano pensato ad un cambio di rotta di Apple, in realtà, si è trattata solo di una svista di Cupertino. Soltanto per errore, le applicazioni che permettevano di scaricare e gestire i download dei files torrent erano state approvate e momentaneamente rilasciate nello store di apps. Nonostante la svista, chi credeva che Apple avesse aperto le porte ai client BitTorrent dovrà ricredersi.

Leggi l'articolo

The Pirate Bay: arrestato il co-fondatore in Cambogia

the pirate bay fondatore

Gottfriend Svartholm Wargm, il co-fondatore di The Pirate Bay, è stato arrestato in Cambogia. Le accuse per il fondatore di uno principali siti torrent in Rete sono di aver violato le leggi sul diritto d’autore e aver favorito la diffusione di contenuti pirata come film, musica, serie TV, videogiochi, software… The Pirate Bay, fondato nel 2003 e tutt’ora visitato da oltre 35 milioni di persone al giorno ed è un vero e proprio colosso del download illegale. Dopo aver censurato il sito in molti paesi, Italia compresa, adesso le autorità porteranno davanti alla giustizia i fondatori della baia dei pirati: Gottfrid Svartholm, Fredrik Neij e Peter Sunde.

Leggi l'articolo

Sul client uTorrent arriva la pubblicità o i “torrent in vetrina”

utorrent client

Gli sviluppatori di uTorrent, il famoso client BitTorrent, annunciano che nella prossima versione del software verrà la pubblicità o i “torrent in vetrina”. Fino alla versione free attuale, l’unica fonte di reddito degli sviluppatori era una barra che veniva mostrata agli utenti durante l’installazione del programma, molto presto però, verranno introdotte delle vere e proprie ads all’interno dell’interfaccia grafica. Gli utenti però non ci stanno e, gli sviluppatori, sembrano voler accettare una sorta di compromesso per continuare a monetizzare con uTorrent senza rendere la pubblicità troppo invasiva.

Leggi l'articolo

RapidShare contro la pirateria “Chiudete i siti con link a file pirata”

rapidshare link torrent streaming

RapidShare è un famoso sito di file hosting che recentemente è anche entrato nel mercato del cloud storage con RapidDdrive. Dopo essere stato per molto tempo accomunato a siti come MegaUpload, il sito ha deciso di passare dalla parte dei difensori del copyright e si è scagliato contro tutti coloro che favoriscono la pirateria digitale. Nello specifico, RapidShare dice al governo americano che “bisogna chiudere i siti che raccolgono link a file pirata“. Forse per paura di fare la fine MegaUpload, il celebre cyberlocker ha deciso di aumentare il suo impegno contro la pirateria digitale, file-sharing, torrent e streming illegale.

Leggi l'articolo

Google contro Torrent e pirateria, le nuove misure adottate

google torrent pirateria

Da questa settimana inizierà una nuova battaglia tra Google e il mondo dei torrent, della pirateria e dello streaming. Il motore di ricerca ha infatti messo a punto delle nuove misure per contrastare e penalizzare tutti quei siti che propongono materiale coperto da diritto d’autore. I detentori di copyright hanno spesso accusato Google di favorire la pirateria digitale portando traffico ai siti che forniscono video in streaming e files torrent. Ecco i provvedimenti che sono stati accolti come una vera e propria rivoluzione dell’anti-pirateria.

Leggi l'articolo

Il browser Opera “sblocca” The Pirate Bay e KickassTorrents

browser opera turbo

Il sito torrent The Pirate Bay è oscurato in Italia ma, a quanto pare, non lo è per chi usa il browser Opera. Il software di navigazione norvegese sembra infatti riuscire ad aggirare i blocchi imposti dai provider italiani e di tanti altri paesi e accedere (tra l’altro in modo molto veloce) al sito thepiratebay.se. Perchè gli utenti Internet Explorer, Firefox, Chrome e Safari non possono accedere al sito e gli utenti Opera invece sì? La spiegazione sta tutta nella funzione del browser chiamata “Opera Turbo” che, oltre a velocizzare la navigazione in zone con banda limitata, permette di accedere ad ogni genere di sito bloccato. Vediamo brevemente come funziona Opera Turbo e come sfruttare la feature per accedere ai siti “censurati” come The Pirate Bay, KickassTorrents

Leggi l'articolo

Kim Dotcom torna con Megabox, l’erede di Megaupload e Megavideo

megabox kim dotcom

Kim Dotcom, noto per essere il padre di Megaupload e Megavideo, torna sulla scena con Megabox. Si tratta di una nuova piattaforma alla quale Dotcom sta lavorando e, pochi giorni fa’, il re dello streaming e del file sharing ha dato l’annuncio ufficiale su Twitter. Megabox è una piattaforma dove verrà raccolta la musica online, questa volta però, tutto verrà fatto nel pieno rispetto dei diritti d’autore. Nonostante i suoi beni siano ancora congelati, Dotcom non si arrende e si prepara al suo “Megaritorno”.

Leggi l'articolo

File sharing illegale: in Europa è in crescita, meno negli Stati Uniti

file sharing illegale europa

Il file sharing registra un aumento in Europa, mentre presenta una situazione del tutto differente negli Stati Uniti, dove invece sta attraversando un momento di calo. A mettere in evidenza tutto ciò è stato il report elaborato da Sandvine, che sottolinea bene il rapporto che intercorre fra peer to peer e traffico web. Come mai si può rilevare questa differenza tra l’Europa e gli Stati Uniti? A quanto pare essa sarebbe dovuta alla mancanza di soluzioni legali per la diffusione di materiale soggetto ai diritti d’autore.

Leggi l'articolo

Come sbloccare le porte di eMule

sbloccare porte emule

Sbloccare le porte di eMule è fondamentale per chi scarica spesso files tramite il celebre software di file sharing. Aprire le porte del router aiuta ad avere un ID alto e quindi a scaricare velocemente. Molti utenti infatti lamentano un download lento e quando si connettono al server o alla rete Kad ottengono sempre un ID basso (quest’ultimo è segnalato da un’icona di eMule con il mulo bendato). Se, durante la navigazione la velocità di Internet è buona, ma quando arriva il momento di scaricare un file eMule il download sembra non finire mai, probabilmente c’è qualcosa che non va nella configurazione del router. Vediamo quindi come sbloccare le porte di eMule per avere un download veloce e immediato.

Leggi l'articolo

CISPA è la nuova SOPA? Tutto sulla legge che minaccia il Web

cispa sopa copyright

Quando si parla di difesa di copyright, in questi ultimi giorni si sente spesso la sigla CISPA. Se per diverso tempo a mettere paura al Web è stato il provvedimento di legge SOPA, CISPA è la nuova minaccia al Web che sta suscitando scalpore in Rete e nei social network. Il mondo del Web non è però l’unico ad essere preoccupato per l’ennesimo provvedimento in difesa del copyright, anche la Casa Bianca infatti ha espresso perplessità per quello che sembra essere un tentativo di riportare in vita il SOPA. Ma che cos’è il CISPA?, in cosa differisce dal SOPA?, chi lo supporta?, ecco le risposte a queste domande.

Leggi l'articolo

File sharing: dopo Megavideo, Putlocker nel mirino della MPAA

file sharing putolocker mpaa

Dopo la chiusura di Megavideo e Megaupload, il mondo del file sharing sembrava essersi ripreso grazie a servizi alternativi alle creazioni di Kim Dotcom. Nel mirino della Motion Picture Association of America (MPAA) finiscono proprio i siti che gli utenti avevano scelto come eredi di Megavideo, in particolare il vicepresidente di Paramount Pictures Alfred Perry ha chiesto al governo americano di far fare la fine di Megaupload anche ai 5 servizi cyberblocker: Wupload, Putlocker, Depositfiles, Fileserve e Mediafire. A poche ore dalla richiesta, si sono già visti i primi risultati di un nuovo attacco al mondo del file sharing e dello streaming.

Leggi l'articolo

Scarichi da Internet? L’AGCOM ti stacca la connessione

agcom

Tagliare la connessione a chi scarica da Internet e oscurare i siti Web, questi saranno i poteri dati all’AGCOM da un decreto legge che il Governo Monti potrebbe approvare a breve. La prima bozza del testo in materia di copyright è stata pubblicata e subito sono iniziate le polemiche sulle norme riguardo il diritto d’autore e la censura sul Web. Mentre al Parlamento Europeo si cerca di riprendere il controllo delle norme sul copyright, l’Italia va nella direzione opposta e il Governo si appresta a dare pieni poteri all’AGCOM riguardo alla censura e alla rimozione dei contenuti dai siti Web. Scopriamo qualcosa in più su questo decreto legge che potrebbe trasformare l’AGCOM nel “poliziotto della Rete”.

Leggi l'articolo

Caso Megavideo: gli USA hanno chiesto l’estradizione di Kim Dotcom

megavideo kim dotcom

La notizia riguardo il caso Megavideo che molti si aspettavano da tempo è ora arrivata. Gli USA hanno ufficialmente richiesto l’estradizione di Kim Dotcom alla Nuova Zelanda, l’accusa è quella di “mega conspiracy” (mega cospirazione). Oltre che per il fondatore di Megavideo e Megaupload, gli Stati Uniti hanno richiesto l’estradizione anche per tre suoi collaboratori. Se la richiesta di estradizione dovesse essere approvata, per il re dello streaming e della pirateria digitale si prospetterebbe un processo negli USA, dove la condanna potrebbe arrivare a 50 anni di carcere.

Leggi l'articolo

The Pirate Bay: un intero database in soli 90 MB, tutto merito dei magnet link

the pirate bay torrent

The Pirate Bay è uno dei maggiori siti torrent della rete e raccoglie nei suoi database milioni e milioni di files. Grazie al passaggio dai files torrent ai magnet link, l’intero database di The Pirate Bay, può essere raccolto in soli 90 MB. Oltre ad essere più sicuri e anonimi, i magnet link hanno anche il vantaggio di occupare pochissimo spazio, tutto ciò si trasforma in un notevole risparmio di spazio per l’aggregatore di torrent.

Leggi l'articolo
Seguici