Visitare i siti bloccati da scuole e uffici: Google fornisce un proxy inaspettato

Visitare i siti bloccati da scuole e uffici: Google fornisce un proxy inaspettato

Google Search

Le scuole, le università e gli uffici bloccano un sacco di siti, certe volte per ragioni completamente arbitrarie. Non è particolarmente difficile aggirare questo limite, ad esempio utilizzando dei proxy, cioè siti di terze parti che visualizzano per voi la pagina in questione senza che voi la visitiate direttamente. Se date un’occhiata a proxy.org, ne troverete migliaia e migliaia. Purtroppo ci sono controindicazioni, e moltissimi di questi siti proxy sono di una lentezza esasperante. Adesso vediamo un’alternativa divertente e parecchio rapida: Google Translate!

Il concetto non è difficile, basta prendere un’URL di un sito tradotto e settarlo manualmente per “tradurre” nel linguaggio di origine: in questa maniera il sito non verrà tradotto affatto, e rimarrà uguale a se stesso. Vediamo un esempio da copiare e incollare sulla barra del vostro browser:

http://google.com/translate?
langpair=it|it&u=trackback.it

E’ un po’ lungo per questo template, ho dovuto andare a capo. Comunque potete copia/incollarlo direttamente da qui.
Vedete la parte in cui dice it|it ? Beh, vuol dire che il linguaggio di partenza è italiano, e anche quello “d’arrivo”. In questo modo la pagina rimarrà nella nostra armoniosa lingua mediterranea senza essere alterata. Chiaramente, la parte che dovete sostituire è trackback.it, alterandola in base alla pagina che volete visitare. Se invece il sito che vi interessa è in Inglese, poco male, è sufficiente inserire en|en, e così via per tutte le lingue supportate dal traduttore di Google.
Vantaggi? Google è meno ricco di pubblicità ed è molto meno probabile che sia accessibile in ambienti che bloccano anche i proxy.

337

Fonte | Career Journal

Segui Trackback

Ven 21/09/2007 da in ,

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Bob 23 settembre 2007 17:45

Ottima idea!

Rispondi Segnala abuso
XXX 3 ottobre 2007 11:49

Non funziona. Bad Request (lo da quando lingua di partenza e tradotta sono uguali it|it).
In qualunque caso è usabile solamente per le pagine web di per se.
Alcuni controlli posti sulle pagine web, non sono superabili con questo metodo, vedi NBC (non è possibile vedere le puntate complete di heroes online :D)

Rispondi Segnala abuso
rammit
Rammit 4 ottobre 2007 11:06

@XXX: ma guarda che bastardi a Mountain View! Il momento che si è saputo in giro l’hanno bloccato :D
Cmq, sì, è ovvio che i proxy non sempre funzionano.

Rispondi Segnala abuso
Sid 17 maggio 2008 19:50

Cercando su internet ho trovato questo che sembra funzionare a meraviglia, li scrivo tutti e due perchè non ho ben capito la differenza

http://www.httptunnelling.com

Sicuramente più veloce che inserire ogni volta l’ip nel broswer…

Rispondi Segnala abuso
Belluj 1 aprile 2009 20:19

il problema adesso è che a scuola non si può installare il flash player…come fare??

Rispondi Segnala abuso
Giuseppe 17 giugno 2009 19:03

In realtà c’è un sistema molto più veloce, ovvero visitare il sito http://www.senzafiltri.it e utilizzare direttamente quello per navigare senza restrizioni

Rispondi Segnala abuso
Julia 18 febbraio 2011 14:12

sì ma per farlo devi pagare x avere crediti!

Segnala abuso
Bruce 2 novembre 2011 10:11

E se c’è l’OpenDNS che blocca pure sity Proxy/Anonymizer? Non c’è soluzione?

Rispondi Segnala abuso
Seguici