Microsoft automatizza la vita con una app per Android [VIDEO]

Microsoft automatizza la vita con una app per Android [VIDEO]
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Che succede se Microsoft decide di fare una app Android? Succede che arriva on{X}, applicazione sviluppata da Microsoft su piattaforma Android che permette di automatizzare alcune dei processi della propria giornata come invio di notifiche, raccolta di informazioni, presentazioni di notizie in base a determinati eventi che possono essere programmati su un apposito portale web messo a disposizione da Microsoft, pescando da una serie di funzioni pre-impostate, o direttamente scritte dagli utenti mediante l’utilizzo di API JavaScript.

Se il discorso introduttivo vi suona un pò strano, immaginate di ricevere informazioni sul meteo tutti i giorni alle 08:00 direttamente sul display dello smartphone, o di programmare l’invio di una mail al proprio partenr quando il dispositivo (e salvo il vero il suo proprietario) raggiungono determinate coordinate GPS (es: sono arrivato a lavoro!). L’idea di base è quella di sfruttare i sensori presenti sui terminali moderni, dal GPS al giroscopio passando naturalmente per il web, accelerometro, bussola, fotocamere, microfoni, WiFi, Bluetooth, NFC, e chi più ne ha più ne metta e permettere quindi ai dispositivi di sfruttare le informazioni che colleziona in modo più completo.

Il sito collegato all’applicazione presenta undici eventi pre-impostati che in Microsoft chiamano “ricette”, dal meteo ai messaggi alla moglie, dal mostrare l’oroscopo alle 09:00 al ricordare in automatico di comprare il latte non appena si esce dal lavoro, i comandi impostati dal sito sono poi ribaltati sullo smartphone previa iscrizione (anche via Facebook) e associazione del prorio smartphone a sistema. Una ricca documentazione spiega poi come poter creare nuove “ricette” in base alle proprie esigenze, evidentemente bisognerà conoscere un minimo di programmazione Java, ma niente di impossibile, e di fatto il limite viene definito solo dalla quantità di sensori presenti (o meno) su un device.

La domanda che potrebbe venire è perchè Microsoft ha sviluppato su Android? on{X} in questo momento è in fase beta e proprio in base alle restrizione fornite dagli store di applicazioni Google Play ha meno vincoli sulle applicazioni in via di sviluppo, strano poi che Microsoft non sia sia prevista una sezione di app beta (fosse solo su quelle sviluppate internamente) sul Windows Marketplace, questo non prescinde tuttavia che preto l’applicazione sarà disponibile anche su Windows Phone e magari, anche su iOS. Se avete un device Android e volete testare on{X} questo è il link di download dallo store di app Google.

451

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Gio 07/06/2012 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici