Le mappe di Google sono minacciate dall’Iran per un errore sul Golfo Persico

Le mappe di Google sono minacciate dall’Iran per un errore sul Golfo Persico
  • Commenti (1)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

mappe google golfo persico

Guaio in arrivo per le mappe di Google, che sono minacciate dall’Iran a causa di errore riscontrato nella zona del Golfo Persico. Su Google Maps infatti si nota come non sia specificato Golfo Persico, ma è indicato con un nome piuttosto generico: Golfo Arabo. Uno sbaglio, si potrebbe dire, solo che in Iran il tutto è degenerato in vari sospetti, anche perché la responsabilità è da imputare ad una multinazionale americana. Non corre molta simpatia in effetti tra Iran e Stati Uniti.

Google, anche involontariamente, è andato a rispolverare vecchi conflitti, che da sempre hanno interessato questa zona del Medio Oriente, facendo dello sbaglio geografico un vero e proprio caso. Il tutto sembra richiamare la nota guerra fra Iran e Iraq. Lo stesso Saddam Hussein aveva sfruttato la confusione tra persico e arabico per portare avanti le sue ambizioni di espansione territoriale, senza tenere conto delle varie etnie che abitano il territorio.

Abbiamo visto come su Google Maps è possibile rintracciare anche indicazioni strane e assurde. Ma si tratta di curiosità che possono essere tollerate in diverse parti del mondo, ma a quanto pare non presso i regimi totalitari, specialmente se questi ultimi nutrono rancori nei confronti dell’America.

Il portavoce del ministero degli Esteri Ramin Mehmanparast ha affermato espressamente che, secondo il parere dell’Iran, la società di Google sia stata assoldata dal Governo americano e per questo abbia giocato con le tecnologie per lanciare una vera e propria provocazione.

Google, per tutta risposta, ha specificato che si è trattato solo di un refuso, che è dovuto all’aggiornamento costante delle sue famose mappe. Un semplice errore quindi, come in Google Maps la città che non esiste.

Ma questa volta la questione appare molto più delicata. A livello generale c’è un coinvolgimento molto sentito. Ad esempio su Facebook ci sono molte pagine che esortano Google a dare la giusta definizione al noto golfo. Tra l’altro molti iraniani in tutto il mondo minacciano di boicottare Google Maps, finché la società di Mountain View non avrà rimediato all’errore commesso, il quale, per quanto sia stato involontario, ha causato fin troppe polemiche.

Non ci resta che seguire la vicenda e vedere come andrà a finire il conflitto fra Iran e Google. La questione in ogni caso è complicata e non sembra che possa essere risolta con delle semplici scuse da parte della multinazionale. Chi potrà convincere l’Iran che il tutto è avvenuto in buona fede e che non c’entra il Governo degli Stati Uniti?

477

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Dom 20/05/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Donato 21 maggio 2012 23:25

Ma come si fa a scrivere un articolo del genere. Cosa significa “nome generico: Golfo Arabo”. L’Iran nn è un paese arabo. Da troppi anni c’è una disputa tra l’ Iran ed i paesi arabi sul vero nome di quel tratto di mare. L’ONU ha dichiarato che il vero nome del golfo è Golfo Persico. Google, a causa dell’influenza dei petrodollari arabi, nn vuole nominare il pezzo di mare col suo vero nome. Questo nn c’entra nulla col fatto ke l’Iran abbia un regime totalitario o no, anzi. Sono più gli iraniani moderati, quelli nn religiosi, che sono gelosi della loro storia da persiani, e nn il regime di Tehran, a cui gli arabi nn stanno affatto antipatici. Gli iraniani sanno pure che in questo caso gli Stati Uniti nn c’entrano nulla. Anche perchè in tutti i loro discorsi nominano il tratto di mare come Golfo Persico. Questo è un problema tra arabi e iraniani, e nn è un problema secondario. Molte mappe arabe hanno scritto golfo arabo invece che persico. S’immagini se un giorno andando in giro per il mondo vedesse che il mar Tirreno viene nominato mar arabo. Nn s’incazzerebbe. Nn è un errore di google map. è una questione vecchia a cui gli iraniani, giustamente, ci tengono molto. Ma come si fa a scrivere un articolo del genere. Per dire cosa? che gli iraniani ce l’hanno con tutti? mah..

Rispondi Segnala abuso
Seguici