Insegnante impedisce l’uso di GNU/Linux ai suoi ragazzi – “È illegale”

Insegnante impedisce l’uso di GNU/Linux ai suoi ragazzi – “È illegale”
  • Commenti (18)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

HeliOS

Certe volte l’ignoranza che viene dimostrata in certi ambienti, tra l’altro quelli che dovrebbero essere quelli “educativi”, più che colpirmi mi sconvolge; l’ultimo episodio ha come protagonista un’insegnante di Austin (Texas) che ha punito uno dei suoi studenti che distribuiva copie della distribuzione HeliOS di GNU/Linux (oltre ad avergli sequestrato le copie del sistema operativo in questione). Non contenta ha anche contattato Ken Starks via e-mail, il responsabile dell’ Helios Project, che (giustamente, a mio avviso) le ha risposto per le rime.

Non riesco ancora a credere alle parole scritte dall’insegnante nella mail indirizzata a Starks, forse riportarle mi aiuterà:

[...]Signor Starks, sono sicura che lei creda profondamente in ciò che fa, ma non posso supportare i suoi sforzi o permettere che questi avvengano nella mia classe. A questo punto, non sono sicura che ciò che sta facendo sia legale. Nessun software è free (ovviamente credo sia troppo pretendere che sappia di cosa si tratti, NdR) e la diffusione di tali concetti errati è dannosa.[...]
Questo è un mondo in cui Windows è presente virtualmente su ogni computer e tirare su una carnevalata per un sistema operativo non aiuta di certo questi bambini. Sono sicura che se lei avesse contattato Microsoft, la ditta sarebbe stata ben felice nel darle supporto fornendole copie di una vecchia versione di Windows[...]

Insomma, avete ben capito quanto Kareen (questo il nome dell’insegnante) non sia ehm, molto ferrata su tutta una serie di argomenti e come abbia consentito a Starks non di ribattere, ma di demolire ogni (debolissimo) punto della “trattazione”.
Se avesse taciuto avrebbe fatto una gran bella figura, evitando tra l’altro di mettere in evidenza l’arroganza tipica dell’ignorante, figura tipicamente propensa a credere di essere onnisciente.

357

Fonte | vnunet.com

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Gio 11/12/2008 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Kaesar
Kaesar 11 dicembre 2008 21:32

Io la chiamerei insegnante Microsoft :p

Rispondi Segnala abuso
mikap83
Mikap83 11 dicembre 2008 22:46

beh Starks le ha detto qualcosa di simile :D

Segnala abuso
Attilio Viscido 11 dicembre 2008 21:33

E che ci vuoi fare, gente cosi è meglio perderla che trovarla :P !

Rispondi Segnala abuso
mikap83
Mikap83 11 dicembre 2008 22:48

Decisamente d’accordo con te :D

Rispondi Segnala abuso
Francesco De Paolis 11 dicembre 2008 23:20

C’è gente veramente assurda…

Rispondi Segnala abuso
mikap83
Mikap83 12 dicembre 2008 00:10

a dir poco

Segnala abuso
Leonardo 12 dicembre 2008 07:38

no comment!

Rispondi Segnala abuso
Rikimaru
Rikimaru 12 dicembre 2008 09:33

Vabbé sono casi sporadici. Se volete una notizia confortante, ho scoperto che il mio fisioterapista (che ha anche una certa età, e poca dimistichezza con i computer) è passato ad Ubuntu.
Ecco pareggiato i conti. :D

Rispondi Segnala abuso
rammit
Rammit 12 dicembre 2008 09:48

Io sarei stato per rendere illegale un solo sistema operativo: Windows ME.

Rispondi Segnala abuso
Pio Alt 13 dicembre 2008 13:13

E’ una notizia consolante, io pensavo che gli stupidi fossero solo tra gli insegnanti italiani :D :D :D

Rispondi Segnala abuso
Loris 13 dicembre 2008 16:18

Non sono stupidi. Semplicemente, non sanno cos’è l’open source e credono, ideologicamente, che qualsiasi cosa NON si paga o non ha valore o, se ne ha, è illegale. Guardate “Sicko”, il documentario sulla sanità americana realizzato da Michael Moore: il concetto “gratuito” negli USA è abolito anche quando si parla di diritti primari.

Rispondi Segnala abuso
mikap83
Mikap83 13 dicembre 2008 16:38

non sarei molto d’accordo, non sono sicuramente poche le persone che hanno sposato questa filosofia…
Più che altro è una questione di forte ignoranza… Chi ha navigato un po’ su internet non credo non abbia mai sentito parlare di Linux…

Segnala abuso
Loris 13 dicembre 2008 17:45

Certo, nel caso in questione ti dò ragione sulla forte ignoranza. Stavo facendo una considerazione più generale.

Rispondi Segnala abuso
13 dicembre 2008 17:48

Certo, nel caso in questione ti dò ragione sulla forte ignoranza. Stavo facendo una considerazione più generale.

Rispondi Segnala abuso
Loris 13 dicembre 2008 17:52

Scusate, mi è scappato un doppio commento e il secondo pure anonimo :-(

Rispondi Segnala abuso
mikap83
Mikap83 13 dicembre 2008 18:09

no problem Loris ;) Se vogliamo metterla su un piano generale effettivamente ti do ragione ;)

Rispondi Segnala abuso
Number 24
Number 24 13 dicembre 2008 23:26

Mi son letto le due email complete sul blog di ken e devo dire che la parte più bella è quella finale in cui dice di aver parlato con un sovrintendente dell’AISD e di avergli inviato l’email mandata dall’insegnante; è così riuscito ad ottenere un colloquio con l’insegnante nell’ufficio del sovrintendente al ritorno dalle vacanze.
Ken Stark ha tutta la mia stima, e mi complimento per la sua vendetta geniale, comunque sull’articolo con le email sul suo blog dovreste leggere i commenti, mi han fatto ammazzare dalle risate. Quì

Rispondi Segnala abuso
mikap83
Mikap83 14 dicembre 2008 12:44

eheheheh pure io mi son divertito pensando alle possibili evoluzioni di quel colloquio :D

Segnala abuso
Seguici