Confronto tra Antivirus: AVG, AVAST o AVIRA?

Confronto tra Antivirus: AVG, AVAST o AVIRA?
  • Commenti (2)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

confronto antivirus

La sicurezza delle informazioni personali è fondamentale, un confronto tra antivirus è senza dubbio un passaggio obbligato per scegliare quale soluzione è migliore per la sicurezza del proprio computer domestico e delle informazioni in esso contenute. I prodotti che prendiamo in esame in questo particolare confronto non sono gli unici presenti sul mercato, senza dubbio sono tra i più noti e utilizzati, da qui la volontà di conoscere le caratteristiche che li ulaccomunano.

Le versioni free di AVG, AVAST e AVIRA hanno principalmente il compito di proteggere il computer da minacce come Malware, Virus e Spyware contenuti in messaggi di posta o allegati, non prevedono tuttavia un pacchetto di Internet Security, ossia funzionalità che possano proteggere dal phishing, dai link sospetti e soprattutto da crimini informatici volti al furto di dati sensibili dai terminali.

Il prodotto che vanta senza dubbio l’interfaccia più intuitiva è senza dubbio AVG, le funzionalità sono tutte riportate graficamente sul menù il che rende praticissimo il primo approccio. Se si cerca invece un aggiornamento quotidiano del database dei virus/malware allora il nome da tenere in considerazione è quello di AVIRA; di contro se si cerca velocità di esecuzione delle scansioni AVAST sembra essere il prodotto più reattivo, anche se si parla di differenze difficilmente percettibili ad occhio

Abbiamo detto in precedenza che le versioni gratuite dei tre programmi in questione non hanno un controllo su quello che avviene in rete, in effetti non è esattamente cosi dal momento che AVG offre un protocollo di controllo efficace per quanto riguarda i siti di giochi online e permette anche la scannerizzazione degli elementi pluggati in USB.
E voi che antivirus usate?

347

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mer 20/07/2011 da in , , ,

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
MaoMaoVero 20 luglio 2011 18:06

Quando si fanno i test con antivirus si provano su strada con veri virus e diversi attacchi.
Ad esempio avast protegge in tempo reale dai trojan iniettati nelle pagine web, quando gli altri free non di solito non ce la fanno, lo so perchè ne ho trovati 3.

Non ritengo sia vero che avast non protegge dai siti di pishing, infatti integra (l’ultima versione) in mozilla ed IE un valutatore avast vicino ad ogni link automaticamente con la valutazione del sito, basta passarci sopra col mause per vederne la valutazione, se ad esempio le Poste Italiane hanno valore 0, già la cosa puzza.

Ultima cosa come esempio (non da poco), Avast Free integra una sandbox automatica, dove i file sospetti li carica in un modo virtuale e li fa funzionare come fossero avviati normalmenti e se contengono codice malevolo non creano alcun danno al PC.

Ecc…

Rispondi Segnala abuso
Loris 23 dicembre 2011 17:43

Avast! 6 è un ottimo prodotto, ma dalla stessa home della Alwil informano che fra i suoi tanti moduli di sicurezza l’antiphishing, che loro chiamano Safe Zone, nella versione gratuita non c’è. Lo dicono loro stessi: http://www.avast.com/it-it/free-antivirus-download . L’Autosandbox è molto interessante, ma quel modulo va in conflitto con delle sandbox migliori, fra cui quella di Comodo. Lasciare alla valutazione automatica di un software (in questo caso Avast) se un file è sospetto per poterlo sandboxare o meno è un’arma a doppio taglio: Avast potrebbe rilevare come sospetto un file innocuo e proporre di sandboxarlo con relativa perdita di tempo, o peggio non rilevare un file potenzialmente dannoso. Basta fare un giro su AV Comparatives per rendersi conto che il rischio c’è: Avast! 6 e Antivir PE sono stati testati nel 2011 nelle rispettive versioni gratuite, e Antivir ha ottenuto in entrambi i test la valutazione Advanced+ (la migliore, addirittura col suo 99,5% di rilevamento Antivir ha fatto meglio di TUTTI i prodotti a pagamento a eccezione di GData, che ha però un impatto quasi devastante sulle risorse del pc), mentre Avast! 6 si è fermato ad Advanced in virtù del quasi 2% (su centinaia di migliaia di malware…) di rilevamento in meno rispetto ad Antivir. Quanto alla valutazione del sito, un Web Rep non è un antiphishing, anche se serve: ma se si usa WOT, gratuito, migliore e funzionante anche su altri browser (come Chrome, che integra un modulo antiphishing nativo…) quello di Avast! 6 è del tutto superfluo.

Rispondi Segnala abuso
Seguici