Blogger di Repubblica denuncia Facebook

Blogger di Repubblica denuncia Facebook

facebook riquadro

Uno dei blogger di Repubblica.it ha ricevuto una sorpresa piuttosto spiacevole: un giorno si è svegliato e ha scoperto che la sua password/nome utente di Facebook erano stati disattivati.

Messaggi personali, testi, foto, link e soprattutto 859 contatti: tutto sparito. Un destino riservato a centinaia di utenti di Facebook, un limbo inspiegabile ed inspiegato che Facebook infligge senza dare ragioni. E’ successo a tante persone, anche importante. Al mogul dell’informazione tecnologica Robert Scoble, al giornalista antimafia siciliano Nino Randisi.

Ma il blogger in questione, Vittorio Zambardino, non ci vuole stare, e usa Repubblica.it come grancassa per la sua lotta morale. Beh, morale e giuridica, perchè intende denunciare all’Autorità garante della privacy il fattaccio. Ci sono tutte le ragioni per farlo.

Facebook non ha dato alcuna comunicazione preventiva della cancellazione. Non ha comunicato le ragioni di questa scelta. Non ha dato alcuna risposta alle educate richieste di spiegazioni di Zambardino. Facebook, in effetti, resta un’entità lontana. La sede più vicina del social network è infatti a Dublino.

E poi c’è la questione dei dati: non ci dovrebbero appartenere anche se il network ha deciso di espellerci? Non dovremmo avere almeno il tempo per “fare i bagagli” prima di essere espulsi? O il fatto che il servizio sia gratuito elimina ogni nostro diritto?
Gratuito fino ad un certo punto, dice Zambardino: i nostri stessi dati, la nostra attenzione alla loro pubblicità sono un pagamento indiretto (ma neppure troppo).

Non posso che essere solidale con il blogger di Repubblica: è assurdo cancellare i dati senza preavviso, e senza dare spiegazioni. E se serve l’interesse della nostra magistratura per ottenere chiarezza, beh, Zuckerberg se l’è andata a cercare.

330

Fonte | Repubblica.it

Segui Trackback

Lun 04/05/2009 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Mao 4 maggio 2009 15:27

Icredibile come un sito nato solo per farsi gli affari degli altri in nessuna sicurezza abbia tanto successo…. vabbè, prima o poi lo capiranno….

Rispondi Segnala abuso
edoluz
Edoluz 7 agosto 2009 08:52

ciao ragazzi, si sa poi qualcosa di questa questione? sarebbe bello sapere di poter recuperare i dati visto che vedo molti amici “sparire” dall’oggi al domani… :(

Rispondi Segnala abuso
Pavo 29 maggio 2010 11:59

Salve, scusate, anche a me hanno chiuso l’account ingiustamente, ho chiesto spiegazioni ma nisba… Non c’è versi di parlare con qualcuno? Non hanno un telefono? Un indirizzo, un contatto skype, un servizio di piccioni viaggiatori… C’erano delle informazioni e dei dati importanti, per me sarebbe importantissimo averli, e non c’è cristi di parlare con un cane…
Io eviterei di andare per vie legali, ma come si fa? Come dice giustamente il pezzo, potremmo aver violato il regolamento, ma lasciateci “fare i bagagli”…

Rispondi Segnala abuso
Unfoxybox 18 novembre 2010 18:41

Inchirieri de vile la cele mai acceptabile preturi. Alege imobiliare baesu.
Baesuidealimob

Rispondi Segnala abuso
Seguici